Organizzazione

Presidenza - Direzione didattica - Segreteria

photo

Emiliano Raya – Presidenza


Laureato al Dams come regista coordinatore di teatro (tesi di laurea sulle tecniche di lavoro di gruppo applicate alla pedagogia teatrale), negli anni della formazione universitaria partecipa a diversi spettacoli come assistente regista volontario e organizzatore nei teatri off della capitale. In questi anni fonda la sua prima compagnia con Alessandro Giulietti e Cilla Bartoletti.

Inizia la sua carriera professionale nel 1998 come aiuto regista in diversi spettacoli di Piera Degli Esposti, tra cui “Serata Campanile” e “Omaggio alla Duse” con la regia di Alberto Casari.
Sempre nello stesso periodo cura la messa in scena dello spettacolo “Se Amando troppo” di e con Dacia Maraini, Piera Degli Esposti e Giuseppe Moretti. Scrive e dirige gli spettacoli “Maria la pazza” con Anna Maria Teresa Ricci. Dirige lo spettacolo “Io donna kamikaze” tratto dal libro di Noa Bonetti sulla condizione delle donne kamikaze palestinesi , cecene e tamil, che vede la partecipazione di quarantatré attrici.

Dirige due laboratori formativi di esperienza pratica di messa in scena per il Centro Teatro Ateneo dell’università La Sapienza di Roma, dove mette in scena i testi di Maurizio Spoliti “Il mercante di sogni” e “Tungartudu” realizzati con la collaborazione degli studenti iscritti alle facoltà di lettere. Organizza in collaborazione con Pentagono Produzioni Associate, Renata Ambrosoli e Aurelio Gatti, tre rassegne di danza contemporanea dal titolo “Danza da bruciare”, nello stesso periodo organizza lo spettacolo della coreografa americana Roberta Escamilla Garrison dal titolo “Around the World”.

È assistente alla regia di Marco Gandini nelle opere “Traviata” e “Falstaff” presso il teatro dell’Opera di Roma, con la regia di Franco Zeffirelli.
Nel 2010 è assistente di Franco Zeffirelli nella “Turandot” andata in scena a giugno dello stesso anno all’Arena di Verona. Da ottobre 2012 fonda con Juan Diego Puerta Lopez e Federica Picone la compagnia teatrale PROGETTO JDPL. A maggio 2013 coordina la produzione e cura la regia di Rigoletto preso il Teatro Valle di Roma, con cui vince il premio Illica 2013 (miglior progetto innovativo).

Sempre nel 2013 organizza e produce il CAFT Centro Alta Formazione Teatro, con la direzione artistica di Massimiliano Bruno e  illustri personalità del mondo del teatro e della pedagogia teatrale. Con il Caft, Emiliano Raya, dà vita ad un centro di alta formazione unico nel settore, un master per attori, autori e registi, che a pari merito con i master post universitari, fa da ponte tra il mondo dello studio e quello lavoro.

Sempre nel 2014 scrive l’adattamento teatrale del romanzo Patty Diphusa di Pedro Almodovar e organizza e produce per il Centro Alta formazione, lo spettacolo “R&G Tutto questo è già successo” con la regia di Simone Leonardi, da un’ idea di Raimondo Guarino, Simone Leonardi, Emiliano Raya e Gianluca Riggi; uno spettacolo itinerante nella suggestiva cornice di Villa Lais a Roma con la partecipazione degli attori iscritti al Caft e la collaborazione del X Municipio.

Nel 2014, sempre per il Centro Alta Formazione Teatro organizza e produce M.I.P Musical In Progress, un master dedicato al musical con la direzione artistica di Chiara Noschese e con le masterclass dei più grandi maestri del musical italiano. Nel 2015 per il Centro Alta Formazione, organizza un master di prestigio internazionale, sulle tecniche di espressione, rivolto ai giovani cantanti lirici condotto da Marco Gandini. Organizza le prove aperte del Musical In Progress dal titolo “Un Po’ di Noi” andate in scena a giugno 2015 con la direzione di Chiara Noschese e con la partecipazione degli allievi iscritti all’anno accademico 2014/2015 e lo spettacolo “Quello Che resta” sempre con la regia di Chiara Noschese e con la partecipazione degli allievi dell’anno accademico 2015/2016. Sempre nel 2015 coordina il progetto STUPORE, fabbrica di nuove scritture e laboratorio attoriale ideato e condotto da Silvia Gallerano e Cristian Ceresoli per il Centro Alta Formazione Teatro.
Nel 2016 organizza e coordina il Master Musical In Progress con la direzione di Chiara Noschese per il terzo anno consecutivo.

Nel 2017 dirige lo spettacolo “Km 12″ di Gianfranco Vergoni con le musiche del Maestro Giacomo Del Colle Lauri Volpi.

Sempre nel 2017 fonda con Cheryl Porter il progetto didattico per il canto moderno ROMA VOICE STUDIO e coordina il nuovo Musical In Progress con la direzione artistica di Vittorio Matteucci.

 

Luisa Ricci – Direzione didattica


LuisaRicciDopo una prima esperienza formativa presso Scuola Internazionale di Teatro “Circo a Vapore” diretta da Silvia Marcotullio ed Emmanuel Gallot Lavallèe (1996-98), nel 2001 si diploma come attrice presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” e completa il suo percorso frequentando il IV anno di perfezionamento.

Nel 2005 entra a far parte della compagnia “La Fiera” diretta da L. Colavero, con cui realizza diversi spettacoli tra cui “Woyzeck” e “Le Baccanti” e partecipa attivamente alle iniziative didattiche promosse dall’associazione.

Negli anni successivi partecipa a laboratori che le danno la possibilità di studiare con Rena Mirecka, Peter Clough (Guidhall School di Londra), Francesca Della Monica, Mauro Avogadro, la coreografa Meritxell Campos Olivé, i Maestri del GITIS Piotr Fomenko e Nikolaj Karpov.

Parallelamente alla formazione artistica, si laurea con lode al DAMS (Università Roma Tre) in storia del teatro inglese contemporaneo con una tesi sull’attore e regista Steven Berkoff (2002).

Nel 2007 inizia a lavorare presso l’Auditorium Parco della Musica collaborando con la Fondazione Musica per Roma, per un primo periodo nell’ufficio biglietteria e successivamente nell’ufficio produzione: partecipa attivamente alla realizzazione dei festival istituzionali della Fondazione (Festival Equilibrio, Rassegna Vertigine, Festival delle Scienze, Festa del Libro e della Lettura, Festival Internazionale di Villa Adriana) curandone gli aspetti logistici ed organizzativi.

Luisa Ricci metterà a disposizione con grande entusiasmo le sue esperienze sia nel campo didattico che organizzativo, per offrire agli allievi del Caft un’esperienza formativa efficace e di alto livello.