Ex allievi MIP: Elisa D’argento dal Musical In Progress alla sua nuova vita londinese

Abbiamo incontrato la nostra ex allieva Elisa D’Argento che si è da poco trasferita a Londra, dove sta iniziando un nuovo percorso umano e professionale, senza mai trascurare i progetti musicali e teatrali in Italia. In questa breve intervista ci racconta la sua nuova vita dopo il Musical In Progress.

- Ciao Elisa siamo felicissimi di incontrarti per questa breve intervista. Tu sei stata una delle rivelazioni del Musical In Progress 2014-2015, come consideri la tua esperienza di studio a distanza di un po’ di tempo?
ElisaÈ stata una delle esperienze più importanti della mia vita.  Il MIP mi ha insegnato a cambiare il punto di vista con cui avevo sempre approcciato lo studio di un’opera di teatrale musicale. Molto spesso chi si immerge nel mondo del musical lo fa attraverso la musica e la danza e rischia di continuare a puntare il proprio focus su questi due aspetti che per propria natura hanno necessitato di tanto tempo e studio tecnico. La forza del progetto MIP é che ogni singolo tassello, lezione, contributo esterno, compone un puzzle di crescita personale e professionale che ha trovato luogo in me sia nell’immediato che col tempo. Alcuni insegnamenti di Chiara Noschese hanno trovato la giusta collocazione solo oggi, ci vuole un tempo giusto ed un luogo giusto per ogni cosa ed anche un po di reinterpretazione personale.
 –
- Infatti nelle interviste per UN PO’ DI NOI hai detto di aver scoperto al MIP che non eri solo una cantante che recitava, ma un’attrice che utilizzava la musica. Come hai vissuto l’esperienza  delle Prove Aperte alla fine del master?
Elisa: La preparazione delle mie Prove Aperte é stata particolarmente stressante poiché Chiara Noschese mi aveva attribuito una parte dello spettacolo che era per me estremamente personale. In me echeggiano ancora le sue parole: “Se riesci a fare questo, puoi fare tutto”. Ed io oggi la ringrazio per questo. É stato un anno difficile da gestire anche dal punto di vista logistico poiché con Valentina Garavini, altra allieva del master Musical In Progress, abbiamo continuato a lavorare, durante tutto il percorso, nelle nostre serate a tema con il nostro duo Stage Sisters. Durante il master abbiamo scritto anche uno spettacolo che si intitola “Rossetto e Papillon”: Valentina Garavini, che considero una grande artista e collega di lavoro, ha scritto il copione e io mi sono occupata degli adattamenti musicali. Da qualche mese mi trovo a Londra, ma non escludo che questo spettacolo possa arrivare nei teatri off in Italia molto presto.

 –

- A proposito di Londra, come stai vivendo questo trasferimento e quali opportunità si stanno aprendo per la tua carriera?
Elisa: Sono stata catapultata inaspettatamente in un mondo che mai avrei immaginato potesse circondarmi. Sono venuta qui perché ho seguito l’istinto, nessun progetto alla mano e dopo due settimane dal mio arrivo sono entrata nel team di Archer Street, un cocktail bar dove lo staff é lo stesso che si esibisce per il locale, uno staff fatto di artisti del panorama del musical del West End che trovano in questo locale la giusta collocazione fra un contratto e l’altro. Da oggi a domenica mi esibisco anche al Battersea Park Exhibition Centre proprio con altri 5 attuali o ex colleghi di Archer Street e in particolare sabato e domenica con un mini family show. Non sono in grado di dire ora quanto resteró e se questa sará solo una esperienza della mia vita o se rimarró qui per sempre, ma intanto quanto è avvenuto lo devo al fatto che mi sono “data” alla vita.
 –
- Altri progetti in corso?
Elisa: Sto continuando a registrare un EP in Italia con il compositore romano Paolo Costa e  sono in fase di valutazione della sceneggiatura per il primo videoclip.
 –
- Ti facciamo un grande in bocca al lupo per tutti i tuoi progetti e per finire, se te la senti, ti chiediamo di dare alcuni suggerimenti ai nuovi allievi del MIP che, come hai fatto tu lo scorso anno, stanno iniziando questo nuovo percorso.
Elisa: A questo nuovo gruppo consiglio di vivere tutto appieno, di lasciarsi trasportare attraverso questa esperienza, di innamorarsi, di uscire, di scoprire cosa c’è fuori le mura di quello che abbiamo sempre conosciuto, perché il teatro si fa di vita stessa e abbiamo bisogno di vivere per conoscere e portare lo spettatore a perdersi in un mondo che noi soli abbiamo la capacità di costruire.

Elisa D'argento
 –
Leggi la sua biografia

Elisa D’Argento è nata a Bologna il 17 febbraio 1987. Dal 2004 al 2006 frequenta i corsi propedeutici al musical tenuti da Graziana Borciani della ​BSMT presso il liceo economico ­linguistico “​Rosa Luxemburg” nella quale consegue  il diploma e approfondisce la lingua inglese e francese con certificazioni europee. Inizia lo studio del canto con il baritono Alex Righi proseguendo poi gli studi canori (respirazione ed emissione, belting, canto lirico) incontrando negli anni a seguire Doriana Milazzo, Michele Fischietti, Silvia Aprile, Lena Biolcati, Luca Pitteri, Cheryl Porter. Studia armonia e canto jazz con Luisa Cottifogli e Tiziana Ghiglioni. Dal 2005 ad oggi frequenta corsi di danza modern ­jazz  (Gian Luca Fornasini, Francesco Squillaci, Andrea Verzicco), tip tap (Caterina Praderio, Manuel Frattini), salsa cubana, danza del ventre, hip hop (Simone Alberti). Amplia gli studi musicali con le lezioni di pianoforte del M° Giancarlo Aquilini presso la scuola di musica ​Chiavi d’ascolto. Dal 2009 partecipa a festival e concorsi di canto e cantautorato nazionali con ottimi riscontri, incidendo brani inediti. Parallelamente si iscrive alla Facoltà di Beni Culturali presso l’​Università di Bologna. Nel biennio 2010-­2012 collabora con Iskra Menarini come cantante nella tournée di concerti e curando l’organizzazione della scuola. Nel 2012 partecipa al concorso ​Moncalvo Incanto nella quale vince il premio “Fioretta Mari”, con la quale studia dizione. Inizia lo studio del repertorio del teatro musicale italiano con Vittorio Matteucci, Matteo Setti, Silvia Di Stefano, Marco Manca, Brunella Platania ed il repertorio internazionale con Robert Steiner. Interpreta in produzioni locali la Nutrice in “​Romeo e Giulietta”​, Joanne Jefferson in “Rent” (regia di Davide Bulgarelli). Viene scelta per interpretare La Corista in ​”Riunione di Compagnia”​ (regia di Vittorio Matteucci), la Swing in ​”Spring Awakening” (regia di Emanuele Gamba), la Musa in ​”Pazzo di te” (regia di Marco Davide Bellucci). Dal 2013 lavora come performer presso la compagnia di Bologna ​Aspettando Broadway e come autrice e performer nel duo cabaret ​Stage Sisters. Ha frequentato il master​ MIP Musical in Progress presso il ​Centro di Alta Formazione Teatro con la direzione artistica di Chiara Noschese, studiando con gli insegnanti Stefania Pacifico, Lavinia Savignoni, Simone Polacchi, Dino Scuderi, Sonia Barbadoro, Francesca Taverni, Saverio Marconi, Fabrizio Angelini, Gianfranco Vergoni, Christian Ginepro, Ghislane Avan. Studia recitazione con Sonia Barbadoro presso il Teatro La Scaletta. E’ una delle protagoniste di “UN PO’ DI NOI“, le prove aperte/spettacolo a cura di Chiara Nochese, andate in scena a Giugno 2015 presso Teatro Lo Spazio di Roma.

Ascoltiamo Elisa in una bella cover del brano “Listen”, tratto dal musical Dreamgirls:

Rivediamo Elisa anche nel trailer di presentazione delle prove aperte Un po’ di noi, dirette dalla Direttrice Artistica Chiara Noschese:

Tutti gli aggiornamenti sul sito ufficiale: www.centroaltaformazioneteatro.com
Per iscrizioni ed informazioni: +39 3381758319/+39 3331011185 – info@centroaltaformazioneteatro.com
http://centroaltaformazioneteatro.com/master/iscrizione/
Ufficio Stampa NCMEDIA –  Nicola Conticello: +39 3271428003 – nicola.conticello@yahoo.it
Marco Giovannone: +39 3470370102 – giovannone@ymail.com
MUSICAL IN PROGRESS è un progetto CAFT CENTRO ALTA FORMAZIONE TEATRO
Sede legale:Via Di Vigna Fabbri, 85  – 00179 Roma
Organizzazione – Emiliano Raya: + 39 3381758319 – emilianoraya@hotmail.it