Vittorio Matteucci

Il suo amore per il palcoscenico si manifesta già a tre anni, quando è il giovanissimo capo coro dell’asilo. A soli otto anni si trasferisce con la famiglia a Padova. Qui comincia a cantare con il Coro Tre Pini diretto da Gianni Malatesta e da questa esperienza vocale iniziano anche le sue prime esibizioni pubbliche nei locali della zona.
Dopo tanti anni di gavetta, accompagnati dallo studio approfondito della tecnica musicale senza trascurare la scuola e poi l’università, comincia a farsi conoscere dal grande pubblico accompagnando, con la US Band, le esibizioni di Umberto Smaila.
Approda in televisione come vocalist in programmi come Buona Domenica (1993, 1994), La sai l’ultima (1995, 1996), La canzone del secolo (1998), Ciao Mara (1999) e Maurizio Costanzo Show come cantante della band di Demo Morselli in due stagioni.
Ultima apparizione televisiva nella prima edizione di Ballando con le stelle, nel 2005. Contemporaneamente porta avanti alcuni progetti radiofonici e alcune altre cose come l’insegnamento di tecnica musicale e le collaborazioni con la Walt Disney. Per la nota casa produttrice doppia il personaggio di Yao nella parte cantata del film d’animazione Mulan e canta la sigla di George re della giungla…?.
Vittorio Matteucci nel ruolo di Scarpia in Tosca
Vittorio Matteucci nel ruolo di Scarpia in Tosca di Lucio Dalla – Teatro degli Arcimboldi – 21-22/11/2009
Compone oltre 150 canzoni spaziando su vari generi musicali della tradizione italiana e internazionale. Alcuni suoi brani vengono eseguiti durante le sue serate dal vivo in cui li integra con repertorio swing, napoletano, classico italiano e internazionale.
Non abbandona mai i progetti teatrali, sua grande passione; dalle esibizioni giovanili anche nel carcere di Porto Azzurro, all’approdo al musical con il ruolo di Giuda in una produzione padovana di Jesus Christ Superstar e alla prosa con Il tribuno di Mauricio Kagel.
Nel 2002 diventa il perfido arcidiacono Frollo nell’opera moderna Notre Dame de Paris di Riccardo Cocciante che riscuote un successo in tutta Italia e nel 2003 ricopre il ruolo di Scarpia in Tosca – Amore disperato di Lucio Dalla.
Dal marzo 2006 interpreta il protagonista Dracula in Dracula Opera Rock della Premiata Forneria Marconi, gruppo rock progressive molto in auge negli anni settanta.
Dal novembre 2007 passa ad un ruolo diverso: Dante nell’opera musicale La Divina Commedia del Maestro Monsignor Marco Frisina.
Nel 2009 torna nell’opera “Tosca – Amore disperato” e nel 2010 prende parte al musical I promessi sposi – Opera moderna, nel ruolo dell’Innominato.
Il 2 ottobre 2013 debutta all’Arena di Verona nella nuova produzione di David Zard Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo interpretando il ruolo del Conte Capuleti, padre di Giulietta.

Dal 2015 a oggi riveste i panni di Frollo, in uno speciale allestimento di Notre Dame De Paris con tutto il cast originale della prima edizione, attualmente ancora in tour.

Da ottobre 2017 sarà il nuovo direttore artistico del Musical In Progress  il master di perfezionamento fondato e diretto nel 2014 da Chiara Noschese ed Emiliano Raya.